Categorie
cinema

Fai bei sogni

Fai bei sogni

Fai bei sogni - 2016

Regia di Marco Bellocchio

Con: Valerio Mastandrea, Barbara Ronchi, Fabrizio Gifuni, Bérénice Bejo, Guido Caprino, Miriam Leone, Nicolò Cabras, Emmanuelle Devos, Roberto Herlitzka, Piera Degli Esposti

Fotografia: Daniele Ciprì
Sceneggiatura: Edoardo Albinati
Montaggio: Francesca Calvelli
Musiche: Carlo Crivelli

Con le vite degli altri

Un bambino come tanti cresce segnato da un dolore segreto in un’Italia che molti ricordano ancora. Quando aveva solo 9 anni sua madre è morta misteriosamente, o forse di misterioso e malsano c’è solo il silenzio che circonda da sempre quella morte improvvisa e mai spiegata. Così il bambino cresce nel rancore e nel sospetto, diventa grande, si scopre giornalista, viaggia, vede il mondo, racconta la squadra dell’infanzia e del cuore, il Torino, va anche a Sarajevo da inviato di guerra – ma non elabora mai fino in fondo quel lutto irrisolto. Anzi ritrova qualcosa di sé perfino dove meno se lo aspetta. Come quando si sorprende a fotografare con la sua macchinetta, sconvolto, il fotoreporter che con cinismo sta scattando le immagini di un bambino sprofondato dentro un videogame pur di non vedere ciò che non potrebbe sopportare…
In scene come questa, e in tante altre disseminate dentro un racconto volutamente raspodico, vibra il senso profondo di Fai bei sogni, film di Marco Bellocchio ispirato al best seller autobiografico di Massimo Gramellini, giornalista della Stampa.
Altre sono meno incisive perché Bellocchio è un regista dalle accensioni folgoranti più che un narratore “puro”, cioè racconta attraverso immagini capaci di condensare in un lampo tutto il mondo, un conflitto, una vertigine. Così, emoziona veramente quando intreccia il destino di Massimo a incontri decisivi, come quello con il prete-professore che gli dà una sonora lezione di vita, il sempre magnifico Roberto Herlitzka; o quello, notturno e avventuroso, con l’innominato “presidente” (un magistrale Fabrizio Gifuni) che in pochi minuti illustra al cronista il gusto del rischio, la passione del gioco, le doti visionarie di un vero capitano d’industria, per poi uscire di scena in modo inaspettato (offrendo al giornalista, oltre allo scoop, ampia materia su cui riflettere…).
Magari non è sempre altrettanto trascinante quando il povero Massimo (che da adulto è Valerio Mastandrea), viene lasciato solo con i suoi fantasmi (Belfagor, terrificante serie tv anni 60), i ricordi della madre (l’intonatissima Barbara Ronchi), o quel padre in difficoltà (Guido Caprino). Però a ben vedere Bellocchio aggiunge un capitolo meno personale ma tutt’altro che banale a quell’autobiografia collettiva, proprio così, che corre segretamente sotto tutto il suo cinema. Con un film forse più fragile se visto da vicino, ma sotterraneo e potente se considerato accanto a tutti gli altri.

Fabio Ferzetti – il Messaggero

Categorie
cinema

Dove non ho mai abitato

Dove non ho mai abitato

Dove non ho mai abitato - 2016

Regia di Paolo Franchi

Con: Emmanuelle Devos, Fabrizio Gifuni, Giulio Brogi, Hippolyte Girardot, Isabella Briganti, Giulia Michelini, Fausto Cabra, Jean-Pierre Lorit, Alexia Florens, Naike Rivelli, Valentina Cervi, Yorgo Voyagis

Sceneggiatura: Paolo Franchi e Rinaldo Rocco
Fotografia: Fabio Cianchetti
Musica: Philippe Sarde
Scenografia: Giorgio Barullo
Costumi: Grazia Colombini

Menzione del Festival del Cinema Italiano a Tolosa – 2018

Categorie
cinema

Evviva Giuseppe

Cinema

Evviva Giuseppe! - 2017 documentario

Regia: Stefano Consiglio

Con: Giuseppe Bertolucci, Attilio Bertolucci, Bernardo Bertolucci, Fabrizio Gifuni, Lidia Ravera, Domenico Rafele, Marco Tullio Giordana, Laura Morante, Gianluca Farinelli, Aldo Nove, Nanni Moretti, Stefania Sandrelli, Sonia Bergamasco, Emanuele Trevi, Roberto Benigni

Fotografia: Cesare Accetta
Montaggio: Silvia Di Domenico
Musiche: Nicola Piovani

Produzione:
Samanta Gandolfi Branca, Alessandro Lo Monaco, Andrea Gambetta,
Massimiliano Di Liberto per Célestes Images, Verdiana, Fondazione Cineteca di Bologna

con il sostegno di Regione Emilia Romagna – Film Commission

Categorie
cinema

La belva

La Belva

La belva - 2019

Regia di Ludovico Di Martino

Con: Fabrizio Gifuni, Lino Musella, Andrea Pennacchi, Emanuele Linfatti, Monica Piseddu

Sceneggiatura: Claudia De Angelis, Ludovico Di Martino e Nicola Ravera
Montaggio: Francesco Loffredo
Scenografia: Fabrizio D’Arpino
Produzione: Warner Bros. Entertainment Italia e Groenlandia
Distribuzione: Warner Bros. Pictures (Italia)

Leonida Riva (Fabrizio Gifuni) è un reduce di guerra cupo e solitario, con un passato da Primo Capitano nelle Forze Speciali dell’Esercito. La vita e il lavoro hanno portato Riva sempre più lontano dalla famiglia. Suo figlio maggiore, Mattia, non lo ha mai perdonato, mentre la figlia Teresa lo adora incondizionatamente. Ma un tragico evento costringerà Leonida a trasformarsi nuovamente in qualcosa che credeva ormai sepolto nel suo passato. Una storia ad alta tensione emotiva che mescola sentimenti e azione in un crescendo che porterà un uomo a trasformarsi, per amore, in un vero nemico pubblico.

Disponibile su Netflix

Categorie
cinema

Agalma

Cinema

"Agalma" - 2020 documentario - voice over

Regia di Doriana Monaco

Con le voci di Fabrizio Gifuni e Sonia Bergamasco

Produzione: Parallelo 41 e Ladoc
Con Mann (Museo Archeologico Nazionale di Napoli)
Con il contributo di: Regione Campania Fondazione Film Commission Regione Campania

 

Categorie
cinema

Lei mi parla ancora

lei-mi-parla-ancora-gifuni

Lei mi parla ancora - 2020/2021

Regia di Pupi Avati

Con: Renato Pozzetto, Stefania Sandrelli, Isabella Ragonese, Fabrizio Gifuni, Lino Musella, Chiara Caselli, Alessandro Haber, Serena Grandi, Gioele Dix, Nicola Nocella, Giulia Elettra Gorietti, Matteo Carlomagno, Veronica Visentin

Sceneggiatura: Pupi Avati, Tommaso Avati, Romano Reggiani, dal romanzo omonimo di Giuseppe Sgarbi

Fotografia: Cesare Bastelli
Montaggio: Ivan Zuccon
Produzione: Bartlebyfilm, Vision Distribution, con il sostegno di Emilia-Romagna Film Commission
Distribuzione: Vision Distribution (Italia)